Follow Us

VENETO: Fondo Perduto per aziende vitivinicole (A) e filiera agroalimentare vitivinicola (B)

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

Bonus Colonnine: Seconda edizione.

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

We Are in “5.0 Transition”

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

VENETO: Fondo perduto in sostegno allo sviluppo dell’imprenditoria giovanile 2024

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

Transizione 5.0 ai blocchi di partenza

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

Autotrasporto merci: contributi 2024

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

BANDO INAIL 2023 – 2024

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

CREDITO D’IMPOSTA RICERCA E SVILUPPO: AGEVOLAZIONE 2023

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

Auguri di Buon Natale e di serene festività

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024

VENETO: Contributo a fondo perduto per il supporto all’innovazione delle MPMI

Descrizione Bando

Il bando prevede l’erogazione di un aiuto agli investimenti, corrisposto sotto forma di contributo in conto capitale, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste del mercato e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione o la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli.

Misura Investimenti Azione A

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le micro, piccole e medie imprese agricole che svolgano almeno una delle seguenti attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione; sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

I soggetti richiedenti devono possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a: gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di € 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico è pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a 200.000 euro per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in 15.000 euro.

Scadenza

30/04/2024

Misura Investimenti Azione B

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione di prodotti vitivinicoli, in possesso dei codici primari di attività (ATECO 2007) A.01.21“Coltivazione di uva”,
C.11.02 “Produzione di vini da uve” e A.01.63 “Attività che seguono la raccolta”

L’attività di trasformazione deve essere ricompresa in almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Acquisto di botti in legno, comprese le barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG);
  • Acquisto attrezzature per trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo;
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico – fisica delle uve, dei mosti e dei vini finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni;
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature e elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq;
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati a gestione aziendale, controllo degli impianti tecnologici finalizzati alla trasformazione, stoccaggio e movimentazione del prodotto, sviluppo di reti di informazione e comunicazione, commercializzazione delle produzioni.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo messo a bando per l’applicazione della presente misura è di euro 4.750.000,00.

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è pari a:

  • 30% della spesa ritenuta ammissibile per le piccole e medie imprese (PMI);
  • 20% della spesa ritenuta ammissibile per le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro (imprese intermedie);
  • 10% della spesa ritenuta ammissibile per le grandi imprese.

L’importo massimo della spesa ammessa a finanziamento è pari a € 700.000,00 per soggetto beneficiario, mentre quello minimo è fissato in € 50.000,00.

Scadenza

30/04/2024